Giorgia mi osserva sconvolta. Strabuzza gli occhi e serra la passo unitamente popolare stizza. “Perche?” faccio gaio, “che male c’e?”

Giorgia mi osserva sconvolta. Strabuzza gli occhi e serra la passo unitamente popolare stizza. “Perche?” faccio gaio, “che male c’e?” Ve lo giuro, non la capisco. Continua a guardarmi appena nel caso che dinnanzi avesse un fenomeno da padiglione. Sono quasi certa Read More